"quella di Atlantide è la più nota tra le storie misteriose del mondo. Il nome del continente scomparso evoca in noi una strana familiarità, quasi dei ricordi perduti, e ciò non deve stupire: per millenni i nostri antenati hanno fatto congetture su questo tema."

                                                                                              Charles Berlitz

 

Platone fu uno dei più grandi filosofi dell'antichità  e fu proprio Platone che scatenò il caso Atlantide. Il filosofo scrisse numerose opere  e in due dei suoi dialoghi (il Timeo e il Crizia datati 340a.C.) parlò  di uno straordinario e misterioso mito che avrebbe affascinato centinaia di studiosi fin ai nostri giorni. E' appunto il mito di Atlantide.
Nel Timeo  si legge che  davanti alle colonne d'Ercole vi era un  impero marittimo che possedeva territori sia nel bacino del Mediterraneo, sia nell'Oceano Atlantico e sia nel continente opposto. L'impero marittimo di Atlantide si estendeva fino all'Etruria ( attuale Toscana) e l'Egitto.Gli atlantidei erano una razza di dominatori che estesero la loro influenza nei paesi del Mediterraneo, intraprendendo molte campagne di conquista ed entrando in conflitto con gli antichi ateniesi. Proprio durante una di queste battaglie si verificarono cataclismi naturali di grande portata che decretarono la fine dell'isola di Atlantide.
Atlantide viene descritta come un paese molto ricco con abbondanza di flora fauna,
templi, regge, porti , arsenali.
La ricchezza e la potenza atlantidea avevano permesso agli abitanti dell'isola di svilupparsi enormemente e di permettere la costruzione di imponenti edifici.
La città era ben fortificata e munita di torri. Questo fa capire che non era un vero paradiso terrestre, ma piuttosto Atlantide era costantemente in guerra per il predominio politico ed economico. L'isola abbondava grandemente di pietre bianche,nere e rosse che sono colori tipici delle pietre vulcaniche che costituivano il principale materiale edilizio.
Il dio principale è Poseidone  e gli altri dei potrebbero solamente essere le manifestazioni della divinità .
Alcuni archeologi  hanno ipotizzato che Atlantide fosse da collocarsi nell'Egeo e precisamente nell'Isola di Santorini. Infatti sappiamo che circa nel 1640 a.C Santorini ( Thera in greco) esplose in una spaventosa eruzione vulcanica, distruggendo la città minoica.

Ecco cosa sostengono gli archeologi per provare che Santorini potrebbe essereAtlantide:
Il culto del toro di Atlantide si ritrova nella cultura minoica.
E' vero che a Creta era presente il culto del Toro, ma  questo era diffusa in molti luoghi del mondo e quindi Atlantide potrebbe essere collocata ovunque. 
L'errore del decuplo.
Sembra che la fine di Thera sia avvenuta 900 anni prima di Solone quindi lo scriba che ha trascritto Platone ha commeso un errore e  avrebbe confuso il simbolo del 100 con quello del 1000.
L'isola di Santorini è formata da rocce bianche , rosse e nere, come Atlantide.Ciò proverebbe che Santorini è Atlantide. In verità questo tipo di rocce si ritrovano alle Azzorre e alle Canarie.
E' ormai certo che con la fine dell'ultima glaciazione ( XI millennio a.C.) , ci siano stati molti sconvolgimenti di natura climatica e geografica su tutta la terra.   Inoltre lo scioglimento dei ghiacci deve aver sommerso molte terre in molti luoghi del pianeta e provocata l'emigrazione di centinaia di migliaia di persone verso altre zone non allagate.   L'impatto del meteorite con l'Oceano avrebbe dovuto creare un enorme maremoto ed il calore dello stesso avrebbe dovuto vaporizzare milioni di metri cubi di acqua provocando perturbazioni violentissime e devastanti che si sarebbero dovute abbattere su tutto il mondo. Certamente per chi viveva nelle isole dell'Oceano non ci fu scampo. Ma qualcuno si salvò e mantenne il ricordo della passata civiltà . Si recarono nell'America centrale e meridionale, nell'Africa occidentale e nel Mediterraneo, dove probabilmente diedero un primo impulso alla futura civiltà egiziana.  
 Il continente perduto è stato collocato un po' dappertutto e si possono fare soltanto delle ipotesi. Atlantide si trovava forse nella zona che attualmente è occupata dalle Azzorre, le Canarie, Madeira, le Bermuda e l'Islanda. Molto probabilmente aveva dei possedimenti nel Mediterraneo, nelle Americhe e nell'Africa ed era una delle maggiori potenze nel mondo. Alcuni studiosi dicono che la civiltà di Atlantide abbia avuto sede nell'Antartide nel periodo in cui, una parte del continente era libero dai ghiacci (circa 13000 anni fa ). La teoria nasce principalmente dal ritrovamento della carta di Piri Re'is (ammiraglio turco) del XVI secolo  che descrive le coste dell'Antartide in modo perfetto prima che il continente venisse scoperto. Infatti lo stesso Piri Re'is afferma di aver costruito le sue cartine utilizzando delle mappe molto antiche.