Il termine Graal deriva dal latino Gradalis, con cui si designa una tazza, un vaso, un calice.Si ritiene che il Graal sia la coppa dalla quale Gesu' bevve durante l'Ultima Cena e nella quale Giuseppe d'Arimatea,raccolse il sangue di quest'ultimo prima che fosse tolto dalla Croce. Nel 1190 Chretien de Troyes fece conoscere  il mito del Graal attraverso la sua opera, "Perceval le Gallois ou le Compte du Graal".Non sappiamo se lo scrittore si sia limitato a rielaborare in luce cristiana  delle leggende  gia' presenti sull'argomento o se invece il Graal sia semplicemente una sua geniale invenzione. 
Ma dove è attualmente nascosto il Graal ? Ci sono tantissime ipotesi.
Il Graal è in realta' un'allegoria dell'Arca dell'Alleanza.Questa e' l'ipotesi proposta dal ricercatore inglese Graham Hancock nel suo libro "Il mistero del Sacro Graal" (titolo originale "The Sign and the Seal"). Se così  fosse  il Graal identificato con l'Arca si troverebbe in una cripta ad Axum, in Etiopia dove sarebbe stata portata dal Tempio di Salomone attraverso varie peregrinazioni. 
 Il Graal si trova nel Castello di Gisors in Francia dove lo avrebbero portato i iCavalieri Templari.  
Il Graal si trova a Castel del Monte. L'Imperatore Federico II Hohenstaufen era un seguace dell'Antica Religione e tramite i Cavalieri Teutonici (fondati nel 1190) i Sufi una setta islamica che adorava il Dio delle tre religioni, Ebraica, Islamica e Cristiana lo avrebbero affidato  all'Imperatore.In tal caso, il Graal si troverebbe a Castel del Monte, un palazzo a forma di coppa ottagonale edificato apposta per custodirlo. 
Il Graal si trova a Takht-I-Sulaiman. Il Castello del Graal descritto da Wolfram Von Eschenbach, è sorprendentemente simile a Takht-I-Sulaiman, il principale centro del culto di Zoroastro. 
Il Graal si trova nel Castello di Montsegur. Dopo che il culto di Zoroastro era stato disperso, alcune delle sue dottrine furono ereditate dai Manichei poi dai Catari e quindi dagli Albigesi.Questi ultimi nel XII secolo erano giunti in Europa dal Medio Oriente e si erano stabiliti in Francia . Nel 1244, dopo una lunga persecuzione da parte del Papato e dei francesi, furono sterminati nella loro fortezza di Montsegur. Il Graal  potrebbe trovarsi insieme al resto del loro tesoro nascosto nel castello. 
Il Graal e' un'allegoria della Sacra Sindone. Questa e' un'ipotesi abbastanza recente di un ricercatore straniero.  L'ipotesi si basa su constatazioni che sia il Graal che la Sacra Sindone sono "contenitori del sangue di Cristo", sul fatto che i Templari furono accusati di adorare un idolo barbuto (come barbuta è la figura impressa sul lenzuolo della Sindone).

Vi sono anche numerose tradizioni riguardo al Graal. Una di queste e' quella del "Volto Santo" a Lucca. Nel VIII secolo un vescovo di nome Gualfredo si recò a Gerusalemme per visitare i luoghi sacri .Qui gli comparve un angelo, il quale lo invitò a cercare  nella casa vicino alla sua: là avrebbe scoperto il "Volto del Redentore". Così, nella dimora di un certo Seleuco, Gualfredo ritrovò il "Volto Santo", un antico crocifisso scolpito in cedro del Libano dall'apostolo Nicodemo, lo stesso che aveva aiutato Giuseppe d'Arimatea a togliere dalla croce il corpo di Gesù. In una cavità dietro la croce si trovava un'ampolla con il sangue di Cristo. Croce e ampolla vennero caricate su una nave che approdò sulle coste della Lunigiana.Gli oggetti  furono contesi fra i Lucchesi e i Lunesi.Alla fine della disputa si stabilì che il Volto Santo sarebbe stato portato a Lucca (dove si può ammirare nella cattedrale di San Martino), e l'ampolla sarebbe rimasta a Luni, dove però se ne sono perse le tracce.