Cleopatra

 

 

 

Cleopatra figlia di Tolomeo XII  nacque nel 69 a.C. ad Alessandria. Il padre fu decisamente un sovrano debole e poichè la potenza di Roma stava crescendo  Tolomeo XII divenne un umile governatore d’Egitto sottomesso all’Impero Romano.
Dopo la morte di Tolomeo XII nel 51 a.C., il regno fu lasciato alla sua figlia diciottenne, Cleopatra VII, ed al suo giovane fratello Tolomeo XIII . Le sue disposizioni testamentarie stabilivano che Roma facesse da tutrice ai suoi figli.
Essendo cresciuta fin da bambina nel palazzo reale di Alessandria Cleopatra aveva imparato bene l’arte degli intrighi di corte.Quasi subito dopo l'insediamento, tra i due iniziò una contesa e, Tolomeo riuscì a cacciare Cleopatra dal trono. Questa, subito dopo, radunò un piccolo esercito per contrastare il potere del fratello e fu all’incirca in questo periodo che Giulio Cesare arrivò ad Alessandria, nell’ottobre del 48 a.C. Cleopatra da subito iniziò ad affascinare Cesare e grazie a lui  si insediò sul trono dell’Egitto.   
Dopo la morte di Tolomeo XIII, Cleopatra rimase  l’unico regnante dell’Egitto. Innalzò allora il suo fratello più giovane, Tolomeo XIV, al ruolo di consorte reale. Ma era sempre Cleopatra a detenere il reale potere dell’Egitto e divenne immediatamente una fedele alleata di Giulio Cesare.
Cleopatra ebbe da Cesare un figlio che  chiamò Cesarione. Si trasferì quindi a Roma, dove visse fino al 44 a.C anno dell'uccisione di Cesare. Cleopatra però non era ben vista a Roma e quindi decise di ritornare in Egitto . Rimase  lontano dagli affari politici di Roma fino a quando incontrò Marco Antonio  ed i due divennero amanti. Antonio voleva assumere il comando dell’Impero Romano e su istigazione di Cleopatra effettuò una politica chiaramente a favore dell'Egitto donandogli alcune province romane.
A Roma Ottaviano iniziò una campagna di propaganda contro Antonio e la sua "prostituta" Egizia che culminò nella battaglia di Azio (30a.c.) dove Antonio ne uscì sconfitto e decise di suicidarsi.
Cleopatra raggiunse il suo amante in uno dei suicidi più celebrati della storia.
Morì all’età di 39 anni e con la sua morte, la discendenza dei Tolomei, che si allungava all’indietro negli anni fino ad Alessandro Magno, ebbe termine. L’Egitto venne occupato e divenne  una provincia Romana. Cesarione, secondo le cronache, fu ucciso da Ottaviano. 

 

 

 

HOME

Pagina creata domenica 3 novembre 2002