pyramidgardenszeusartemismausoleumcolossuspharos

 

 

Le Sette Meraviglie del mondo antico

 


  Tanto tempo fa esistevano delle costruzioni tanto belle e famose che molti
  scrittori ne hanno parlato e molti artisti le hanno riprodotte;
di alcune sono rimaste le rovine. Gli antichi le chiamavano

 'Le sette meraviglie del mondo'

 

IL COLOSSO DI RODI

Sul porto dell'isola di Rodi, nel mar Egeo, si ergeva una statua chiamata Colosso.
Era alta piu' di venti metri. Stando sopra alla sua testa, si poteva vedere terra e mare per molti chilometri intorno. Fu costruita perche' gli abitanti di Rodi combattevano per difendere la loro isola da uomini di altri paesi che volevano conquistarla. Avevano pochissime speranze di vincere, ma uomini e donne si batterono strenuamente. Infine il coraggio degli isolani fu ricompensato quando il loro amico Tolomeo accorse ad aiutarli con una potente flotta e salvo' Rodi. Gli abitanti di Rodi furono cosi' grati ad Elio, il dio del Sole protettore dell'isola, che costruirono in suo onore questa statua. Un giorno pero' ci fu un violento terremoto che distrusse completamente il Colosso. Oggi, ogni tanto, si trovano frammenti di bronzo che facevano parte di questa enorme statua.

IL TEMPIO DI ARTEMIDE

I Greci costruirono in onore di Artemide (Diana per i Romani) dea della caccia, un tempio di marmo bianco e rilucente d'oro, che era cosi' alto che fu detto "alto come le nuvole", e vi posero la sua statua.Ci vollero piu' di cento anni per costruirlo e, quando fu terminato, la gente faceva lunghissimi viaggi per vederlo. Il tempio fu distrutto dai nemici durante una guerra, ma il popolo amava cosi' tanto questa dea che fu ricostruito piu' bello e piu' grande. Per molti secoli fu uno dei santuari piu' famosi, finche' i barbari cominciarono a depredarlo. A poco a poco fu spogliato delle sue ricchezze e restarono solo le fondamenta. Molti libri, ed anche la Bibbia, parlano del tempio di Artemide. Si possono vedere oggi le sue rovine ad Efeso, in Turchia.



LA PIRAMIDE DI CHEOPE

Un re dell'antico Egitto, che si chiamava Cheope, cercava un luogo dove mettere la sua tomba. Ordino' ai suoi uomini di costruire un'enorme "casa di pietra" a forma di piramide, che assomigliava pressapoco ad una smisurata tenda. Era alta come le montagne e occupava una superficie pari ad otto campi di calcio. Non si sa come gli egizi abbiano fatto a costruirla, poiche' non esistevano i mezzi che oggi noi possediamo, e ogni pietra pesava molte tonnellate. Probabilmente le pietre venivano trascinate su per una rampa con delle specie di slitte; nessuno lo sa con precisione, pero' sappiamo che occorsero venti anni per costruirla. La grande piramide si trova in Egitto, ed e' l'unica delle sette meraviglie che sta ancora in piedi.


LA STATUA DI ZEUS

Migliaia di anni fa la gente credeva che un dio chiamato  Giove regolasse l'andamento del cielo e del tempo. Allora Fidia, il famoso scultore greco, con i suoi aiutanti, scolpi' una statua di Giove per un tempio della citta' di Olimpia. Nessuno aveva visto prima una statua cosi' grande, fatta d'avorio e d'oro. Giove sedeva su un trono. Si diceva che bastava guardare la statua per dimenticare tutti i dispiaceri. Ogni quattro anni gli abitanti di Olimpia celebravano una grande festa in onore di Giove, ed anche oggi, dopo piu' di duemila anni, le squadre di atleti di tutte le nazioni si incontrano ogni quattro anni per le Olimpiadi. La statua di Giove e' stata distrutta, ma gli uomini di quel tempo l'hanno descritta cosi' bene che molti artisti si sono ispirati ad essa per farne dei dipinti e dei modelli.


IL FARO DELL'ISOLA DI FARO
FARO DI ALESSANDRIA

 

Nell'isola di Faro si erigeva un gigantesco faro che, moltissimi anni fa, un terremoto fece crollare nel Mar Mediterraneo. Alla base di questo faro c'era una smisurata fortezza, di trecento stanze, da cui i soldati si difendevano dalle navi nemiche. In cima alla fortezza c'era una grande torre sulla quale di notte veniva acceso un falo' cosi' luminoso che la luce poteva essere vista a grandissima distanza. Una leggenda dice che quando l'acqua e' chiara si puo' vedere un faro in fondo al mare:forse e' il faro di Faro...


I GIARDINI SOSPESI DI BABILONIA

 

Tanto tempo fa, nella terra di Babilonia,viveva un re chiamato Nabucodonosor. Sposo' una bellissima principessa di un'altra terra, e la condusse a Babilonia, la capitale del suo regno. Ma la nuova regina aveva nostalgia delle montagne e dei giardini del suo paese; percio' il re fece costruire dai suoi architetti i giardini piu' belli del mondo. Gli uomini del re costruirono muri altissimi con sopra fiori, alberi da frutta e fontane. I giardini pensili erano i piu' alti che si fossero mai visti, addirittura come un edificio di trentacinque piani. La costruzione dei giardini non fu facile come se fossero stati costruiti oggi: si dovevano trasportare macigni e rocce da distanze grandissime per costuire muri, terrazze e fontane. In piu', per conservare verdi i giardini e per far funzionare le fontane, bisognava pompare l'acqua da un fiume lontano. Non si sa se questa storia sia proprio vera, ma sappiamo da antichissimi scritti che i giardini di Babilonia esistettero realmente. Nella campagna dell'Iraq gli archeologi hanno trovato pozzi vuoti, fossati e cantine che dovevano far parte dei giardini pensili di Babilonia. In realta' i giardini 'pensili' non erano sospesi, ma erano appoggiati su terrazze e balconi.


LA TOMBA DI MAUSOL0

La tomba d'oro e di marmo di un re che si chiamava Mausolo sembrava un grande palazzo. Sembra che Mausolo stesso e sua moglie fossero i personaggi che corrono su un cocchio di pietra che era sulla cima della tomba. Quando il re mori', la regina ordino' per lui una tomba che doveva essere conosciuta ed ammirata in tutto il mondo. Il nome Mausolo resta oggi nel nostro linguaggio nella parola 'mausoleo', che e' la parola che noi usiamo per indicare un monumento funebre. La tomba di Mausolo fu cotruita in una antica citta' chiamata Alicarnasso, che ora e' la citta' di Bodrum. La tomba fu distrutta, ma visitando il British Museum di Londra, in Inghilterra, si puo' vedere una parte del gruppo sul cocchio.

 

HOME

Pagina creata il 29 agosto 2002